L’inevitabile che si sarebbe potuto evitare

19 11 2012

Prevedibile ed annunciato (diciamo già due/tre anni fa):

GAMESTOP to close 200 stores

US-based GameStop has told investors it plans to close 200 of its less profitable stores over the next year. Chief Executive Paul Raines explained that currently around 2% of GameStop’s US stores and 5% of its international stores are unprofitable.

Fonte: planetretail.net

Annunci




A Volte….

9 10 2012

….non sono poi così malaccio! Sposo questa idea da parecchio tempo e sono assolutamente convinto possa essere una delle ultime carte che un ratailer indipendente dovrebbe giocarsi prima dell’avvento dei Maya.

GAMESTOP examines retro gaming potential

US-based GameStop is exploring the potential of the vintage video games market, Fudzilla reports. CEO Paul Rains believes the vintage video game business has potential to make serious gains, and is a business GameStop should explore.

Fonte: Planet Retail





Varie ed Eventuali (Il ritorno)

5 10 2012

Parto subito con il maledire il giorno in cui ho deciso di iscrivermi alla newsletter di italiatopgames, in primis perché dovrebbe chiamarsi Fifa/Pes newsletter ed in secondo luogo perché ogni mio tentativo di rimuovere il mio indirizzo dal loro database (che per inciso richiede di inviare una e-mail ad un indirizzo specifico con su scritto “rimuovi”) sortisce solo altrettanti mail delivery subsystem.  Diamo la colpa a Gmail e proseguiamo.

Come sapete (e se non lo sapete ve lo dico ora), amo dare le notizie con molto ritardo. Evito la ressa dell’esclusiva per concentrarmi su di un sano “ma ti ricordi che….”

Per cui direi di cominciare da questa, per altro molto positiva, news:

Incentivi fiscali per le aziende videoludiche

Una proposta di legge chiede di introdurre tax credit e tax shelter per publisher e sviluppatori italiani

Per AESVI, l’associazione degli editori e degli sviluppatori di videogiochi in Italia, si tratta di un grandissimo successo: il governo ha infatti presentato un proposta di legge sull’Agenda Digitale (a firma di esponenti del PdL) che chiede di introdurre agevolazioni fiscali per le aziende che operano nel settore videoludico in Italia. Nella proposta di legge sono previste alcune importanti misure di sostegno fiscale a favore del comparto, come credito d’imposta e detrazione degli utili reinvestiti per la produzione di videogiochi da parte di imprese italiane, oltre che credito d’imposta per la distribuzione di videogiochi realizzati sul territorio italiano, per gli investimenti di venture capital dedicati alle imprese del settore e per progetti di ricerca realizzati in collaborazione con Università o enti pubblici di ricerca. “La proposta di legge sull’Agenda Digitale presentata oggi al Governo dal PdL rappresenta un passo storico per lo sviluppo del settore dei videogiochi in Italia. Negli ultimi anni abbiamo, infatti, assistito all’affermazione su scala globale di paesi come il Canada, la Svezia o la Finlandia, anche grazie alle politiche d’incentivazione fiscale messe in campo dalle istituzioni nazionali”, ha dichiarato Thalita Malagò, segretario generale di AESVI. “La nostra Associazione – ha aggiunto – è orgogliosa di aver dato il proprio contributo alla riflessione sul tema soprattutto attraverso il Games Forum, che organizziamo da tre anni a questa parte presso la Camera dei Deputati in collaborazione con l’On. Antonio Palmieri e che lo scorso anno ha visto al centro del dibattito i videogiochi Made in Italy. Investire nel settore dei videogiochi significa investire nei giovani, nella creatività, nell’innovazione e nella crescita economica”.

Fonte: e-duesse.it

Proseguiamo con un tocco di recidività:

Nove condanne a Torino per la commercializzazione di R4

Nove arresti per la vendita di dispositivi destitani alla contraffazione di giochi Nintendo, non passa la tesi del backup
Nove persone sono state arrestate a Torino per la commercializzazione di R4, la memoria SD che, notoriamente, viene utilizzata per caricare sulle console portatili di Nintendo giochi piratati. I nove sono stati condannati a una pena di 6 mesi di reclusione, anche se il produttore nipponico non si è costituito parte civile nel procedimento penale. L’indagine è nata da alcuni controlli della Gdf negli esercizi del capoluogo piemontese.

Fonte: e-duesse.it

La barzelletta della serata (fatto in realtà già chiarito, ma avevo voglia di ricordare la scenetta), soprattutto viste le uscite recenti e molto attese di questi ultimi giorni:

Rotto con 1 mese di anticipo il day one di Resident Evil 6

E’ accaduto in Polonia, Capcom sta investigando sul fatto

Il day one di uno dei titoli più attesi dell’anno, Resident Evil 6 (distribuito in Italia da Halifax), in programma il prossimo 2 ottobre, è stato rotto con più di 1 mese di anticipo in Polonia. La notizia, riportata dal sito Mcvuk.com, specifica che la vendita è avvenuta nella città di Poznan e che la merce in vendita, ovvero un piccolo stock in lingua tedesca nel formato PS3, è in realtà stata trafugata illegalmente. Capcom sta investigando sull’accaduto, ma rimane confermata la data di lancio ufficiale.

Fonte: e-duesse.it

Al riguardo, mi ha fatto veramente morir dal ridere un’involontaria scenetta che si è venuta a creare qualche giorno fa quando, su Radio Deejay, è intervenuto un personaggio di EA Italia (perdono totale, non ricordo il nome) per parlare di Fifa 13, giusto qualche giorno prima del day-one. Dopo qualche battuta uno dei deejay della radio se ne esce con questa strepitosa domanda:

  • D: “senti mister x, ma puoi confermarci che, anche se il giorno del lancio del gioco sarà dopo domani, in realtà il gioco è già disponibile nei negozi?”
  • (imbarazzo totale) R: “beh sai, un gioco di tale importanza crea un’attesa tale che è veramente difficile controllare tutti e garantire che il titolo rispetti la data di uscita, per cui può succedere che qualcosa di possa sfuggire”

Per finire una serie di porcherie:

Saturn continua a “regalare” videogame

Sul volantone valido dal 4 al 16 ottobre la catena propone Halo 4, Medal Of Honor e Need For Speed a zero euro
Come accaduto precedentemente con FIFA 13, la catena Saturn prosegue con una politica aggressiva sui prodotti videoludici. Sul volantone valido dal 4 al 16 ottobre, vengono proposti Halo 4, Medal Of Honor Warfighter e Need For Speed Most Wanted gratis. Per accedere all’offerta basta prenotarli e portare due titoli usati. La promozione sarà valida solo fino ad esaurimento scorte e la catena specifica che la vendita è rivolta solo ai consumatori diretti e non a coloro che “intendano rivendere professionalmente a terzi i prodotti”, come riporta testualmente il volantone.

Fonte: e-duesse.it

Console nel mirino del sottocosto

Dal 29 settembre presso Marco Polo Expert: Xbox, Wii e 3DS a 99 euro, PS3 a 149 euro
La catena Marco Polo Expert, per inaugurare il nuovo punto vendita aperto a Cinisello Balsamo (MI), punta sui videogame proponendo tutte le console domestiche in sottocosto. Disponibili fino ad esaurimento scorte Nintendo 3DS con Super Mario 3D Land e Xbox 360 a 99 euro, PS3 Slim da 160 GB a 19 euro, Nintendo Wii con Mario Kart a 99 euro.

Fonte: e-duesse.it





Torino mon amour

9 08 2012

Pubblico con piacere la notizia relativa alla partecipazione di Marco Mazzaglia al prossimo VIEW Conference di Torino.

MARCO MAZZAGLIA
IT Manager and Video Game Evangelist – Milestone

Marco Mazzaglia è nato a Torino nel 1974. All’età di 3 anni ha avuto il suo primo contatto con i computer e i videogiochi. Molti anni dopo ha ottenuto la laurea in informatica all’Università degli Studi di Torino, scrivendo una tesi su DyLog, un metalinguaggio di Prolog per le intelligenze artificiali.

Nel 1996 con altre 23 persone ha fondato la cooperativa sociale “La Bussola”, con l’obiettivo di fornire servizi collegati alla tecnologia web e di insegnare l’uso di internet alle organizzazioni no-profit.

Al suo primo lavoro si è occupato di architetture web e di servizi basati sulla geolocalizzazione per il Ministero degli Interni e per la Polizia di Stato. Dal gennaio 2008 lavora come IT Manager e come “evangelizzatore” dei videogame per Milestone; in questo contesto si occupa dello sviluppo di sistemi e lavora sulle architetture dei giochi online.

Feature Presentation: IL LATO OSCURO DEI VIDEOGIOCHI
I videogiochi sono soltanto puro divertimento? Si può affermare che un gioco può comunicare un messaggio o insegnare? Un viaggio di un’ora attraversando il lato meno conosciuto dell’arte videoludica tra videogiochi commerciali, serious game e altre applicazioni correlate al mondo del divertimento elettronico.

Workshop: CREATIVI SENZA PADRONE
Fin dalla nascita, l’opportunità di creare prodotti in libertà è stata una caratteristica dei videogiochi che sono diventati pietre miliari. In questo laboratorio il partecipante scoprirà le origini dello sviluppo indipendente e gli strumenti per realizzare la propria opera d’arte.

Altri ospiti confermati sono: GARY RYDSTROM, sound designer dello Skywalker Sound vincitore di 7 Academy Awards, “Brave”, “War horse”, “Mission Impossible”, Toy Story”, A bugs life”, “Finding Nemo”, “Titanic”, “Jurassic Park”; DAN ATTIAS, vincitore del Directors Guild of America Award, regista di molte delle più famose serie tv americane tra i cui “I Soprano”, “The Wire”, “Deadwood,” “Lost”, “Six Feet Under”, “Dr. House”, “Alias”, “True Blood” e “The Killing”; JOSH HOLMES, direttore creativo di HALO, che presenterà in anteprima HALO 4; GLENN ENTIS Academy Award Winner, Co-Founder and General Partner at Vanedge Capital

http://viewconference.it/fantastici-ospiti-view-2012

Concorsi & date ufficiali 2012

VIEW SOCIAL CONTEST/un film, un corto, un video musicale o una pubblicità realizzati mediante animazione 2D/3D e/o VFX che si focalizzino su temi sociali/ Scadenza:15 Settembre 2012 / Primo premio: 1500 €
VIEW AWARD/ cortometraggi animati realizzati mediante animazione 2d/3D e/o VFX / videogiochi/ Scadenza: 15 Settembre 2012 / Primo Premio: 2000€
ITALIANMIX/ opere realizzate da autori italiani o stranieri ma che abbiano come argomento l’Italia o soggetti Italiani / Scadenza: 15 Settembre 2012
VIEW AWARD GAME/ Concorso internazionale di videogiochi completati tra il 2011 e il 2012 / Scadenza: 15 Settembre 2012
GRIMM ANIMATED/ cortometraggi animati della durata massima di 5 minuti che esplorino i classici dei fratelli Grimm in maniera innovativa/ Scadenza: 24 Agosto 2012 / Primo Premio: 1500 €

Tutti i moduli di partecipazione: http://viewconference.it/view-awards-2012

VIEW Conference si svolgerà a Torino dal 16 al 19 Ottobre 2012 e sarà seguito dal VIEWFest, dal 19 al 21 Ottobre 2012.





Poi torno

8 06 2012

Ok lo ammetto, sono sempre meno presente nonostante di storie da raccontare ne abbia ancora parecchie, detto ciò e ripromettendomi di scrivere al più presto qualcosa di più originale, ringrazio quelli di e-duesse e vi ripropongo una serie di news su cui riflettere prima di andare a dormire, in particolare quella sulla cara e vecchia Leader.

Blockbuster, l’addio definitivo

Il messaggio che sancisce la conclusione dell’avventura italiana della catena

“L’avventura di Blockbuster Italia finisce qui. E’ stato per noi un piacere divertirvi o semplicemente tenervi compagnia in questi 18 anni.” Questo il messaggio che campeggia sulla home page di Blockbuster Italia (approdata in Italia, appunto, nel 1994) e che sancisce, purtroppo definitivamente, la fine dell’avventura italiana della catena. Che come è noto è in liquidazione e concordato preventivo; diversi suoi punti vendita di proprietà sono stati ceduti alla società Essere Benessere (http://www.e-duesse.it/News/Home-video/Da-Roma-parte-la-conversione-dei-negozi-Blockbuster-131753).

Fonte: e-duesse

Ai nuovi hardware “piacerà” l’usato

Un’indiscrezione trapelata in un meeting tra GameStop e Baird Equity Research ha confermato che la prossima generazione di console funzionerà senza alcun problema con i titoli usati

La catena di videogame più importante al mondo, GameStop, è ottimista sul fatto che sia PS4 sia Xbox 720 non avranno blocchi per limitare l’utilizzo di software usato. L’indiscrezione è trapelata nel corso di un meeting con Baird Equity Research e smentirebbe i rumors dilaganti sull’impossibilità o sui limiti imposti sui videogiochi usati dalla prossima generazione di console. Al momento però non ci è dato di sapere se la notizia è basata sulle reali specifiche delle macchine o se si tratta di previsioni ottimistiche.

Fonte: e-duesse

Leader Spa in liquidazione

Cessa l’attività uno dei distributori storici del mercato videoludico italiano

Leader Spa, uno dei principali distributori del mercato videoludico italiano, è entrata in liquidazione. Leader (che non ha ancora emesso alcun comunicato ufficiale in merito) era stata fondata nel 1984, diventando, in breve, uno dei principali player del settore, sotto la guida di Virgilio Bixio. Il Gruppo, che probabilmente ha pagato, soprattutto ultimamente, le performance di alcuni prodotti commercializzati in esclusiva, ha preferito abbandonare la distribuzione tradizionale per dedicarsi all’attività di publishing sotto l’etichetta Black Bean. Con questo marchio è stato recentemente lanciato il videogioco MUD (distribuito Milestone/Erregame), mentre a breve sarà sugli scaffali il racing game Superbike Generation. Lo staff di Black Bean Games, in precedenza operante presso Leader Spa, è stato conferito in Milestone, che è quindi diventata azienda di sviluppo e publisher, con sede in Via Fara a Milano.

Fonte: e-duesse





Ecatombe Annunciata

29 03 2012

E’ brutto, terribilmente brutto, ma…..io ve l’avevo detto

Chiusi 277 negozi di Game

Tra Gamestation e Game sono stati persi 2.144 posti di lavoro in UK

Dei 609 negozi britannici della catena Game (che include anche l’insegna Gamestation), 277 sono stati chiusi, tra cui quasi tutti quelli situati in Irlanda, a causa della gravissima crisi economica che la catena sta vivendo. MCV ha riportato la lista completa dei punti vendita chiusi, per un totale di 2.144 licenziamenti, specificando che se non si troverà al più presto un possibile acquirente altre chiusure potranno verificarsi.

Fonte: e-duesse

GAME suspends shares as it says no equity is left in the group

UK entertainment retailer GAME has suspended its shares from trading on the London Stock Exchange as its financial situation worsens. The company issued a statement in which it said: “The Board now considers itself to be unable to assess the business’ financial position and is of the opinion that there is no equity value left in the group.” The company and its lenders will now be hoping that a bidder comes forward for its business, which comprises more than 1,300 stores including approximately 600 in the UK.

Fonte: Planet Retail

GAME on the brink of administration

UK-based GAME’s troubles have worsened as the group admits that it has not been possible to source new products from a number of suppliers. According to MCV, the entertainment retailer told senior members of its management team over the weekend that it has approximately two weeks to turn around its fortunes or face administration. In the meantime, the company is reducing prices and continuing discussions with companies interested in its overseas operations.

GAME issued the following statement: “Further to GAME’s announcement of 29 February 2012 and recent press speculation, the group confirms that it remains in discussions with its suppliers and lenders in relation to terms of trade that allow the business to operate within the facility provided by its banking syndicate, as announced on 3 February 2012, and to meet its revised strategic plan. While these discussions are on-going, it has not been possible to source new products from a number of suppliers. The Board of GAME is working actively to resolve these issues as quickly as possible. This includes on-going discussions with suppliers, seeking access to the original facility or alternative sources of funding and reviewing the position of all of its assets in the UK and international territories. It is uncertain whether any of the solutions currently being explored by the Board will be successful or will result in any value being attributed to the shares of the company.”

Fonte: Planet Retail




Ne Resterà Soltanto Uno

12 03 2012

GAME to exit COMET shops while GAMESTOP eyes its international stores

08 March 2012 

UK-based GAME is to end its partnership with consumer electronics retailer Comet as part of its store closure programme, Retail Week reports. GAME confirmed that it will divest its six Comet concessions later this year. Meanwhile the company is continuing to hold talks with bidders for its international business which it put up for sale last month. It is understood that GAME adviser Rothschild met with US retailer GameStop last week. GameStop is thought to be interested in acquiring parts of GAME’s international business, particularly its operations in Iberia.

Fonte: Planet Retail








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: