Tutto Il Mondo E’ Paese

31 03 2011

Quella che leggerete è una notizia che ho ricevuto oggi via e-mail da amici in terra straniera. La pratica è molto comune ed è vecchia come il giorno in cui Gamestop (prima Eb Games) è sbarcato in Italia. Funziona, sia chiaro, ma fa veramente incazzare ridursi a leggere cose di questo tipo:

GAME staff told to buy 3DS stock from TESCO

Game staff were told to buy Nintendo 3DS stock from Tesco to make use of a rival price offer, MCV news reports. An internal document showed that staff were encouraged to make use of Tesco’s GBP175 (USD273) offer for the new games console using money from the tills.

Fonte (mia e di mio cuggino): Planet Retail

Trade indipendente in piazza! Si va a fare la spesa da Tesco.





Oh Mamma!

24 03 2011

Ne ho già parlato molte volte in passato sottolineandone aspetti cruciali e motivazioni. Di cosa sto parlando? Ma degli store UK on-line ovviamente. Veloce news molto, molto, ma molto interessante:

Il governo Britannico ha deciso di dire no alle scappatoie fiscali per la vendita sottoprezzo on-line di videogiochi.

Diversi siti come Amazon, Play, The Hut, Tesco Direct e HMV hanno infatti finora potuto vendere a prezzi concorrenziali grazie alla sede legale stabilita nel Jersey, dov’è possibile vendere beni di prezzo inferiore alle 18£ (circa 20,60€) senza caricavi sopra l’imposta VAT (equivalente alla nostra IVA) del 20%.

La conseguenza è un gettito fiscale di milioni di sterline perso dall’erario. Il cancelliere George Osborne, nel suo intervento in parlamento, ha citato il fatto come qualcosa a proposito di “Contrastare il continuo marketing e l’uso di aggressivi schemi di elusione artificiale delle tasse.”

Tradotto in termini terreni, è praticamente sicuro che acquistare dai siti UK non sarà più economico come prima.

Fonte Tiscali: Niente più scappatoie sulle tasse per i siti UK





Déjà Vù (Vol.2)

9 03 2011

Io inoltro, perché mi piace, perché mi fa ridere, perché alcuni clienti credono sia colpa mia mentre altri se la prendono con la primavera che tarda ad arrivare.

Il Carbon Edition Supercar Pack sarà disponibile solo prenotando il gioco presso la catena specializzata

Solo per chi prenoterà il titolo Sony (in uscita per Ps3 il prossimo 18 marzo) Motorstorm Apocalypse presso la catena specializzata GameStop (nei negozi oppure sul sito) sarà disponile il pacchetto di contenuti extra Carbon Edition Supercar Pack, che conterrà veicoli aggiuntivi, adesivi per personalizzarli, temi per la dashboard della console, avatar e wallpaper. L’offerta è limitata solo alle prime 200 prenotazioni.

Fate voi che io mi sto stancando.

Fonte e-duesse.it: Motorstorm Apocalypse: contenuti esclusivi solo da GameStop





Poverini!

1 03 2011

Vi inoltro questa news veramente divertente soprattutto per un aspetto particolare che ho evidenziato all’interno del testo:

Il gruppo attribuisce il calo nei sei mesi che ci sono conclusi lo scorso 31 dicembre alla riduzione dei prezzi medi dei videogiochi

Digital Bros ha chiuso il primo semestre dell’anno fiscale lo scorso 31 dicembre facendo registrare entrate pari a 78,2 milioni di euro, in calo del 13,3% rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Il Gruppo guidato dai fratelli Galante ha anche fatto registrare un margine operativo lordo negativo per 918 mila euro (contro 3,272 milioni di euro in attivo lo scorso anno) e un utile netto pari a -2,422 milioni di euro (a fronte dell’utile netto in attivo per 290 mila euro registrato lo scorso anno). Con un giro d’affari pari a 57 milioni di euro (73% del fatturato del Gruppo), l’attività di distribuzione è risultata in calo del 9,4% a causa, secondo l’azienda, di un calo nei prezzi medi non sufficientemente controbilanciato dall’incremento dei volumi di vendita. Digital Bros prevede di chiudere l’anno fiscale il prossimo 30 giugno in calo del 10% alla luce di una ripresa del mercato legata al lancio della nuova console 3DS.

Su quell’affermazione si potrebbero elencare storie infinite che, in linea di massima, voi umani non potete neanche immaginare (altro che “navi in fiamme al largo dei bastioni di orione”).

Preso atto che questi signori sono riusciti, negli anni, a farsi ridere in faccia dagli stessi consumatori finali (prima o poi devo recuperare alcune e-mail che giravano ai tempi della distribuzione e traduzione annessa di Baldur’s Gate per PC), avrei urgente bisogno di capire un paio di cose:

  • Prezzi medi calati: dove, come, quando?
  • Detto ciò, ma ai negozianti per anni spennati, sono stati abbassati mai i prezzi di vendita per evitare magari quel magico “….non sufficientemente controbilanciato dall’incremento dei volumi di vendita”?

Resto in attesa di chiarimenti.

Fonte e-duesse.it: Semestrale Digital Bros a -13,3%








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: