Stammi Alla Larga

10 06 2010

Da ormai diversi mesi sto portando avanti un progetto imprenditoriale, insieme ad altri soci, con l’intento preciso di sviluppare un’idea di settore completamente nuova.

Per far ciò, come ovvio, è necessaria una pianificazione accurata di tutto quello che andrà a comporre questo progetto, investimenti pubblicitari inclusi. Il tutto si traduce quindi in un documento chiamato Business Plan che necessita di essere approvato affinchè ognuno di questi investimenti sia giustificato ben prima che il progetto prenda effettivamente vita.

In parole povere ho dovuto “recuperare” il maggior numero di dati possibili sui costi che andremo a sostenere per promuovere questa attività, sia a livello di immagine che pubblicitario (cartaceo ed online).

Ho deciso dare il via alla mia maratona concentrandomi sull’editoria cartacea, sia questa di settore che non, ottenendo senza grossi problemi tutte le informazioni necessarie. Timeline, spazio, costi, durata della campagna.

Il passo successivo è stato quello di contattare tutte le realtà online di settore da me più conosciute. I risultati in questo caso sono stati decisamente più deludenti, precisando subito che l’unica nota positiva è arrivata da nextgame.it, portale videoludico edito da Edizioni Master. In questo caso mi è stata formulata una proposta completa, seria e professionale.

Discorso completamente diverso invece per quanto riguarda le altre realtà che avventatamente ho azzardato a contattare, eccole in rigoroso ordine alfabetico:

  • everyeye.it
  • italiatopgames.it
  • multiplayer.it
  • spaziogames.it

In questo caso i risultati sono stati due, silenzio totale o gara a chi ce l’ha più lungo (multiplayer.it) con l’immancabile sfoggio di numeri da capogiro che hanno portato all’unica soluzione possibile, il vuoto cosmico! Nonostante i successivi chiarimenti si è infatti caduti, anche in questo caso, in un simpatico nulla di fatto (traduzione: nessuna proposta/quotazione).

Sicuramente ci sono logiche editoriali che mi sfuggono, come il non voler vendere eventuali spazi pubblicitari a qualcuno per paura di diffondere dati sensibili (quali ancora non l’ho capito), certo è che a volte la sensazione che realtà di questo tipo, partite per passione e diventate qualcosa di più grosso con il passare del tempo, continuino a poggiare su organici e persone inadeguate per il ruolo richiesto è decisamente alta (che presuntuoso che sono!).

Mi starò probabilmente sbagliando, ma qualche esperienza diretta vissuta negli ultimi anni, mi fa pensare il contrario.


Azioni

Information

2 responses

10 06 2010
beppe

forse hanno valutato che puo’ essere una buona idea e se la sviluppano da soli…
ciao beppe

11 06 2010
carjust

sono stato attento al riguardo, mi ha più sorpreso il totale disinteresse verso la mia richiesta. Gli propongo diverse migliaia di euro di investimento e loro nulla. Mistero.
Novità sulla lista “fortunati”? (da oggi la chiamerò lista Anemone)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: